Cos’e’ il cristallino?

Il cristallino è una parte dell’occhio che si trova dietro l’iride, CIOè la “parte colorata“ che vediamo Nell’occhio.
Esso  contribuisce a mettere a fuoco le immagini sulla retina cambiando la sua forma durante il processo della visione.
Il cristallino è composto principalmente di acqua e proteine.

Quali sono i sintomi della cataratta?

I sintomi più comuni sono:

  • visione annebbiata o sfuocata
  • problemi visivi con le luci, per esempio i fari delle macchine che ci vengono incontro, o i lampioni di strada, o aloni attorno alle lampadine o al sole.
  • alterata visione dei colori
  • visione sfalsata o doppia
  • necessità di cambiare frequentemente la gradazione degli occhiali.

Il paziente deve fare sempre una visita oculistica periodica, e recarsi dal medico oculista non appena avverta uno di questi sintomi.

Quali sono i diversi tipi di cataratta?
Cataratta senile:è la classica cataratta che normalmente identifichiamo come “legata all’ età” .
Cataratta congenita: è la cataratta presente alla nascita o sviluppatasi subito dopo.
Cataratta secondaria: è una tipologia di cataratta derivante da altre problematiche, come il diabete o  ad esempio terapie prolungate con cortisone. Cataratta traumatica: è una cataratta che si sviluppa dopo un trauma.

Come si cura la cataratta?
L’ intervento chirurgico è l’unico trattamento efficace.
Il chirurgo rimuove il cristallino opaco e lo sostituisce.
Se la cataratta è presente in entrambi gli occhi, il chirurgo non li opererà nella stessa seduta, pur potendolo fare, per motivi di sicurezza. La chirurgia della cataratta è una delle operazioni più comuni effettuate al mondo, ed anche una delle più sicure ed efficaci.

Cosa succede prima e dopo l’ intervento?
Prima dell ‘intervento bisogna effettuare alcuni esami che includono la misurazione della curvatura della cornea e della lunghezza dell’ occhio per stabilire il potere della lente intraoculare. La grande maggioranza dei pazienti è sveglia durante l’ intervento, che si svolge di solito in anestesia locale, o con una piccola quantità di anestetico iniettata nei tessuti vicini all’ occhio.
La maggioranza dei pazienti può andare a casa poco dopo l’ intervento.

Quando la visione ritorna normale dopo l’ intervento?
Immediatamente dopo l’ intervento il paziente può leggere o guardare la televisione, ma la visione può essere non perfetta, lo sarà dopo qualche giorno se non vi sono altre problematiche a livello oculare.

La cataratta può ritornare?
No, una volta che il cristallino è stato rimosso la cataratta non può ritornare. In alcuni casi però, la capsula posteriore su cui poggia la lente intraoculare può perdere trasparenza. Questa evenienza si chiama cataratta secondaria e a differenza della cataratta precedente, si può trattare con il laser. La tecnica si chiama capsulotomia Yag lase 

Che cosa devo fare per sapere se la cataratta deve essere operata?
Bisogna effettuare una visita approfondita, durante la quale se necessario si eseguiranno anche tutti gli esami di ultima generazione per  valutare se e con che tempistiche l’occhio andrà operato.
Consigliamo di eseguire visite oculistiche periodiche, specialmente se si nota che la qualità della visione non è più ottimale.

Posso fare una vita normale nei giorni successivi l’intervento?
Inizialmente sarà necessario  proteggere l’occhio dal possibile insorgere di infezioni.Non bisogna strofinare o toccare con mano l’occhio,   per i primi  giorni è  necessario dormire con una conchiglia  di protezione per non toccare inavvertitamente con la mano l’occhio durante il sonno. L’occhio operato non deve essere esposto a polvere, aria condizionata, ventilazione, vapore, aria del phon. Si sconsiglia inoltre per i primi giorni di sollevare gravi pesi  e di abbassare la testa.
Si puo’ guardare la televisione, leggere e cucinare tranquillamente.
Si consiglia di portare degli occhiali da sole all’aperto e occhiali di protezione ad esempio mentre si cucina per proteggere l’occhio dal vapore, dall’aria calda, dagli schizzi.